Concorso Nazionale di Cortometraggi “Mamma Roma e le Città Metropolitane”: decretati i corti vincitori dell’VIII edizione

26 agosto Proiezioni di Corti e Premi ai TALENTI ITALIANI
26 Agosto 2019
On line il programma dal 2 al 8 Settembre
30 Agosto 2019

Roma, 29 Agosto 2019. Serata tutta dedicata alle future generazioni di registi, con i giovani under 35 protagonisti a L’Isola del Cinema, per la Premiazione del Concorso Nazionale di Cortometraggi “Mamma Roma e le Città Metropolitane”.

Nell’affollata Arena Groupama si è tenuta una grande serata di festa per celebrare gli short movie finalisti e attendere i nomi dei vincitori, tra i 14 corti in gara. I corti finalisti dell’VIII edizione, più uno fuori Concorso, sono stati girati per la maggior parte a Roma, ma anche a Napoli e in Sardegna, andando a comporre idealmente quel ricco e sfaccettato mosaico di realtà, che forma il tessuto sociale delle grandi metropoli, dal centro alla periferia.

L’evento è stato condotto da Marina Brudaglio, giornalista e promotrice cine-turistica per L’Isola del Cinema. Il Premio al Miglior Cortometraggio, pari a € 1.000, è stato assegnato al divertente corto d’animazione DAJE della Scuola Internazionale di Comics, ambientato a Roma, che racconta una “avventura” urbana, dipingendo con ironia una giornata-tipo di un giovane cittadino nel quale ci si riesce facilmente ad immedesimare. Il Premio Maiora Film, che consiste nella distribuzione del corto durante L’Isola del Cinema 2020 è andato al corto RACCONTI DAL PALAVESUVIO di Luca Ciriello, che descrive in forma di documentario lo stato di abbandono e malinconia, che si respirava intorno al Palavesuvio, il grande impianto polisportivo del quartiere Ponticelli di Napoli, che è stato chiuso tra il 2016 e il 2018.

Il Premio Speciale Roma Best Practices Award, fuori Concorso, è stato assegnato al corto ME POSSINO AMMAZZÀ di Vincenzo Libonati, dedicato alle vittime di due tragiche vicende, Ciro Principessa, ucciso il 19 aprile 1979 in un’aggressione politica di matrice neofascista, e Stefano Cucchi, morto a Roma il 22 ottobre 2009, mentre era sottoposto a custodia cautelare presso il carcere di Regina Coeli.

I corti sono stati selezionati dalla Giuria del Festival, composta da stimati professionisti del settore cinematografico, tra cui il critico cinematografico Marco Spagnoli, la produttrice Simona Banchi, il Presidente di Roma BPA (Best Practices Award) Paolo Masini, il regista Gianluca Della Monica e la scenografa Marta Zani.

Il Concorso si è svolto nell’ambito della XXV de L’Isola del Cinema, il Festival che si svolge ogni estate nella storica location dell’Isola Tiberina, da giugno a settembre.

 

“Dopo otto edizioni il Concorso Mamma Roma conferma la sua vocazione ad essere la testimonianza autorevole di un’intelligenza collettiva composta, complessivamente, da circa un centinaio di piccoli film in grado di raccontare le mutazioni e le suggestioni del tessuto urbano. Decine di tessere di un mosaico che vanno a comporre il quadro del nostro presente e del nostro recente passato, registrandone le sensibilità e le complessità. Tutto questo grazie all’idea e alla visione di Giorgio Ginori del fondatore dell’Isola del Cinema e del Concorso Mamma Roma che, come un artigiano rinascimentale, utilizza i tanti pezzi di questo racconto collettivo, per tracciare un disegno più grande del racconto di quella che è la città di Roma alla luce di volontà di cambiamento e di una rinnovata ricerca identitaria. Un concorso di cortometraggi e di documentari brevi diventato esso stesso un documento imprescindibile della nostra modernità e – un domani nemmeno troppo lontano – di quello che noi stessi siamo diventati”

Marco Spagnoli