Programmazione dal 28 al 31 Luglio

27 luglio: OCEAN NIGHT sull’Isola Tiberina
26 Luglio 2019
On line il programma dal 1 al 15 Agosto
28 Luglio 2019

A L’ISOLA DEL CINEMA

SERATE INTERNAZIONALI DEDICATE ALLE REGISTE SVIZZERE E UN OMAGGIO A CARLO VANZINA

 

Il 28 luglio, alle ore 21:30, in Arena Groupama, la settimana si chiude all’insegna dell’internazionalità con il film Cafarnao – Caos e Miracoli di Nadine Labaki, regista e attrice libanese. Una storia universale, ambientata a Beirut, di diritti negati a un bambino che decide di avviare una causa legale contro i suoi genitori per averlo messo al mondo, ribellandosi alla vita che gli è stata imposta e reclamando dignità per sé stesso e per tutti coloro che sono stati privati dei diritti più elementari.

Al Cinelab, alle ore 22:00, nell’ambito dello EUROPEAN WOMEN FILMAKERS #4, dedicato quest’anno al cinema di autrici svizzere, si potrà assistere gratuitamente alla proiezione del film Le Vent Tourne di Bettina Oberli. In una remota fattoria nel Giura, Pauline e Alex hanno realizzato il loro sogno: una vita autosufficiente in armonia con la natura. A turbare gli equilibri arriva alla fattoria Samuel, un ingegnere pragmatico e allegro, che vuole costruire una turbina eolica. Pauline si sente immediatamente attratta da lui e travolta da una tempesta che scompiglia la sua visione del mondo. Il film è stato presentato al Festival di Locarno 2018.

Passando allo Spazio Tevere, alle ore 22.00, un evento speciale, a ingresso libero, CORTO IN DONNA: un omaggio alle figure femminili che lavorano nel campo artistico e non solo, con proiezioni di cortometraggi pluripremiati ed un’anteprima esclusiva (It’s up to me di Manuela Ruiu Smith), alla presenza delle registe e del cast.

Lunedì 29 luglio, la settimana all’Arena Groupama inizia con la sezione dei Ciak d’Italia dedicata ai film di registi italiani dalla storia consolidata. Per l’occasione si potrà assistere alla proiezione del film Ricordi? di Valerio Mieli, alle 21:30. Una lunga storia d’amore, raccontata sempre solo attraverso i ricordi, più o meno falsati dagli stati d’animo, dal tempo, dalle differenze di punti vista, dei giovani protagonisti, interpretati da Luca Marinelli e Linda Caridi. Il viaggio di due ragazzi nel corso degli anni, mentre cresce l’attrazione riaffiorano vecchi ricordi d’infanzia.

Ancora il 29 luglio, al Cinelab, alle ore 22:00, spazio al cinema svizzero e alle sue autrici, sempre nell’ambito dell’EUROPEAN WOMEN FILMAKERS #4, con il film Chris The Swiss di Anja Kofmel. Siamo in Croazia, il 7 gennaio del 1992, quando, durante la guerra, viene trovato il corpo assassinato di un giovane giornalista svizzero vestito con una divisa della milizia straniera. Diciannove anni dopo la cugina, Anja Kofmel, racconta la sua storia. L’ingresso è gratuito.

Il 29 luglio si conclude allo Spazio Tevere, alle ore 21:15, con l’evento, a ingresso libero, BEST SHORTS FILM: un omaggio ai cortometraggi pluripremiati nell’ambito dei Festival più importanti, con proiezioni di videoclip di artisti rappresentativi del panorama italiano.

Martedì 30 luglio, all’Arena Groupama, ore 21:30, nell’ambito della sezione Nuovo Cinema Italiano, che vuole dare spazio ai giovani talenti con le loro storie significative che danno molti spunti di riflessione sul nostro tempo, è la volta del film d’esordio di Leonardo D’Agostini, Il Campione, prodotto dal duo vincente Matteo Rovere e Sydney Sibilia (Smetto quando voglio). Andrea Carpenzano veste i panni di Christian Ferro, un giovanissimo e talentuoso giocatore di calcio, tutto genio e sregolatezza. Al giovane goleador, dopo l’ennesima bravata, viene assegnato un professore, interpretato da Stefano Accorsi, che deve impartirgli un pò di disciplina e fargli superare l’esame di maturità.

La serata del 30 luglio continua al Cinelab, ore 22:00, con l’evento Univision e allo Schermo Tevere, ore 21.45, con i cortometraggi del Cinema Sociale, in collaborazione con Tulipani di Seta Nera, un Festival Internazionale di Film Corti. Diego Righini e Pamela D’Amico introdurranno la proiezione dei corti vincitori della XII^ edizione della manifestazione istituita dall’Associazione Università Cerca Lavoro con il sostegno di Regione Lazio e Roma Lazio Film Commission. Nel corso della serata Metis Di Meo e Cataldo Calabretta, conduttori dell’ultima edizione del Festival dei Tulipani di Seta Nera, assieme alla direttrice Paola Tassone annunceranno la data di messa in onda su Rai1 della serata di gala.

La programmazione di luglio si chiude il 31 all’Arena Groupama, ore 21:30, con la sezione Nuovo Cinema Italiano e il film La Paranza dei Bambini di Claudio Giovannesi, tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano, racconta di sei ragazzi quindicenni nella Napoli di oggi. Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O’Russ e Briato hanno un unico scopo: vogliono fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi, giocando con le armi alla conquista del potere nel Rione Sanità, con l’illusione di portare giustizia nel quartiere. Nell’incoscienza della loro età vivono in guerra e la vita criminale li porterà ad una scelta irreversibile: il sacrificio dell’amore e dell’amicizia.

Al Cinelab continua l’EUROPEAN WOMEN FILMAKERS #4 con Avant La Fin De L’ete di Maryam Goormaghtigh, presentato anche al Festival di Cannes 2017. Dopo cinque anni di studi a Parigi, Arash non si è ancora abituato alla vita francese e decide di tornare in Iran. Nella speranza di fargli cambiare idea, i suoi due amici lo trascinano in un ultimo viaggio attraverso la Francia d’estate. L’ingresso è gratuito.

Per concludere, il 31 luglio allo Schermo Tevere, ore 22.00, omaggio al regista Carlo Vanzina, scomparso l’8 luglio 2018, con il film Il pranzo della domenica, che entra a spiare gli interni domestici e i diversi volti di una famiglia, unita dalla figura di Franca Malorni, esponente della buona borghesia della Capitale, che, dopo la morte del marito, riversa le sue attenzioni sulle tre figlie Barbara, Sofia e Susanna, tutte sposate, obbligate ogni domenica a recarsi a pranzo da lei con le rispettive famiglie. Nel corso di una di queste riunioni, Franca ha un incidente e durante la sua degenza, lunga e faticosa, emergono i piccoli dissidi ed i problemi che si celano dietro la facciata di famiglia apparentemente perfetta.