Serata Isola Mondo – GIAPPONE 2 luglio

In programma dal 26 al 30 giugno
26 Giugno 2018
1 luglio: inaugurazione mostra MAGNETICA MARIANGELA!
27 Giugno 2018

IL GIAPPONE A L’ISOLA DEL CINEMA

L’Ambasciata del Giappone e l’Istituto Giapponese di Cultura celebrano il decimo anniversario di presenza a L’Isola del Cinema portando ancora una volta il Sol Levante nel cuore di Roma, con la partecipazione dell’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO). Per l’edizione 2018 un focus dedicato alla regione nordorientale del Tohoku, dal turismo, alla musica, al sake di produzione locale. Rimane protagonista il cinema, con The Name, l’intrigante film di Akihiro Toda a metà tra mistery e dramma che approda a L’Isola del Cinema a soli 2 giorni dall’uscita nelle sale giapponesi.

PROGRAMMA:

19.30 Apertura serata a cura del JNTO – Ente Nazionale del Turismo Giapponese dedicato al Tohoku con degustazione di sake (fino alle 21.30 circa – area antistante l’Arena Groupama)

20.45 Saluti istituzionali. A seguire concerto di tsugaru shamisen (Keisho Ohno) e taiko (Kenji Furutate). Video sul Tohoku e a seguire proiezione del film “The Name” di Akihiro Toda (Arena Groupama)

APPROFONDIMENTI SULLA SERATA

Degustazione di Sake e Focus sul Tohoku

L’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO), presente con uno stand, vi guida alla scoperta delle affascinanti destinazioni del Sol Levante con uno speciale focus dedicato alla regione del Tohoku, a ciascun partecipante alla serata verranno serviti dei bicchierini di destinazione di sake.

La Musica

Performance musicale di taiko (percussioni) e tsugaru shamisen, declinazione del celebre banjo giapponese a tre corde, shamisen, in una chiave interpretativa e strumentale tipica dell’odierno Aomori, una delle province del Tohoku.

Il Cinema

THE NAME

di Akihiro Toda / tit. originale Namae,
Giappone 2018 /
114 min
International Premiere al Far East Film Festival di Udine 2018 (XX edizione)

Protagonista di The Name è un uomo di mezz’età che conduce una vita solitaria, abita in una vecchia dimora di campagna e lavora in un impianto di riciclaggio rifiuti. Si presenta col nome di Masao, ma in varie occasioni usa nomi diversi. Un giorno, proprio mentre il suo datore di lavoro minaccia di licenziarlo a motivo delle false generalità fornite, sbuca dal nulla una adolescente che sostiene di essere la figlia di Masao e si intromet- te nella vita dell’uomo, portando un sen- so di disorientamento ma anche un po’ di allegria. I due diventano amici e complici nel crearsi vite parallele, difendendo sempre con determinazione il segreto delle loro vere identità. Scuse, bugie e misteri diventano il loro modo di rapportarsi e di vivere, ma questa ostentata ambiguità non potrà durare a lungo.