L’Isola del Cinema: una serata varia fra grande cinema internazionale, nuovo cinema indipendente, musica e letteratura

STASERA LA NOTTE DELLE STELLE A L’ISOLA DEL CINEMA: INTERSTELLAR DI CRISTOPHER NOLAN IN ARENA!
10 Agosto 2015
Ferragosto italiano a L’Isola del Cinema!
14 Agosto 2015

Martedì 11 agosto all’Arena Groupama alle ore 21.30, per la selezione European Focus in programma La teoria del tutto di James Marsh (GB 2014- 123′- intero €. 6,00, ridotto €. 5,00).

Al Cinelab alle 22.00 per l’Indie Selection sarà proiettato il film Mauro c’ha da fare di Alessandro di Robilant (ITA 2015 – 88′- biglietto unico €. 3,00).

Mentre allo Spazio Luce alle 21.45 in programma Dalla Senna al Tevere, una presentazione concerto di con Orsola Fortunati e Giovanna Repetto che sarà anche un’occasione per sentire dalla viva voce della sua autrice, Orsola Fortunati appunto, parlar del volume dedicato alla grande Edith dal titolo Cara Edith… a quoit ca sert l’amour edito da La Feltrinelli. Conduce la serata Manuela Minelli, con gli intermezzi musicali di Francesco Di Giovanni alla chitarra.

La teoria del tutto di James Marsh con Eddie Redmayne, Felicity Jones, Charlie Cox, Emily Watson, Simon McBurney.

Università di Cambridge, 1963. Stephen è un promettente laureando in Fisica appassionato di cosmologia, “la religione per atei intelligenti”. Jane studia Lettere con specializzazione in Francese e Spagnolo. Si incontrano ad una festa scolastica ed è colpo di fulmine, nonché l’inizio di una storia d’amore destinata a durare nel tempo, ma anche a cambiare col tempo. Del resto il tempo è l’argomento preferito di Stephen, che di cognome fa Hawking, e lascerà il segno nella storia della scienza. In particolare, l’uomo persegue l’obiettivo scientifico di spiegare il mondo, arrivando ad elaborare la formula matematica che dia un senso complessivo a tutte le forze dell’universo: quella “teoria del tutto” che dà il titolo al film. La teoria del tutto però non si concentra sull’aspetto accademico o intellettuale della vita di Hawking ma privilegia l’aspetto personale e l’evoluzione parallela di due forze dell’universo: l’amore per la moglie e i figli, e la malattia, quel disturbo neurologico che porterà al graduale decadimento dei muscoli dello scienziato e lo confinerà su una sedia a rotelle. La contrapposizione di vettori riguarda anche le convinzioni ideologiche di Stephen e Jane: lui crede solo alle verità dimostrabili, lei nutre una profonda fede in Dio.

 

Mauro c’ha da fare di Alessandro di Robilant con Carlo Ferreri, Evelyn Famà,  Massimo Leggio, Andrea Borrelli e Cettina Bonaffini.

Mauro c’ha da fare racconta la storia di Mauro Magazzino, trentenne con due lauree, una in filosofia e una in economia, a cui non viene concessa nessuna possibilità di costruirsi un futuro nel piccolo paese del sud Italia in cui vive. Frustato dall’impossibilità di utilizzare il proprio talento, diventa preda della sua stessa intelligenza, che si aggroviglia su se stessa, dando vita a tragicomiche ribellioni.