Il 4 ed il 5 Agosto L’Isola del Cinema incontra il Giappone e L’Estate Giapponese!

COMUNICATO STAMPA DI CHIUSURA
17 Settembre 2014
6 agosto: SKY ATLANTIC PRESENTA “1992”
5 Agosto 2015

Cinema, cibo e cultura giapponese si intrecciano nelle sere d’agosto all’Isola del Cinema, lo spazio dedicato alla settima arte dell’isola Tiberina. Qui prosegue il festival Isola Mondo, che dedica cicli di proiezioni a nazioni sempre differenti, e martedì 4 e mercoledì 5 agosto tocca al Giappone, con Istituto di Cultura e ambasciata del paese asiatico impegnati a offrire una full immersion nel Sol Levante tra ricette tipiche, concerti e film poco noti in Italia, sottotitolati nella nostra lingua.

Oltre alla proiezione di filmati paesaggistici nello Spazio Luce ad ingresso gratuito, l’arena dell’isola ospiterà due lungometraggi. Martedì 4 sarà la volta di “Usung hero” di Masaharu Take, film del 2014 che racconta il mondo della fumettistica orientale. La storia vede protagonista un suit actor, costretto a recitare sempre mascherato da supereroe di serie tv. Ad un passo dalla realizzazione del suo sogno di apparire sul grande schermo con il proprio volto, gli ruba la scena un giovane e arrogante idolo delle adolescenti. La sera successiva (il 5) è invece in programma “A tale of samurai cooking” di Yuzo Asahara, in cui la cultura giapponese è raccontata attraverso il cibo, grazie alla storia (vera) di Haru, cuoca che sposa in seconde nozze Yasunobu, rampollo di una famiglia di cuochi samurai, ma incapace finanche di tenere in mano un coltello, e perciò costretto a un duro ma divertente tirocinio a fianco dell’energica Haru.

Ma il cibo orientale non è relegato solo su pellicola, perché la due giorni di estate giapponese all’isola Tiberina, nell’anno dell’expo milanese, sarà arricchita (a partire dalle ore 19), da “Peace Kitchen”, il progetto che si propone di diffondere uno stile di vita sano e sostenibile per l’ambiente attraverso la cucina giapponese. Il programma ogni sera prevede workshop per imparare ad utilizzare le bacchette e per indossare correttamente il furoshiki, tradizionale foulard quadrato, mentre le degustazioni al tramonto saranno in collaborazione con il ristorante Sushisen, tra sushi, sake e sashimi. E per accompagnare entrambe le sere di cibo e cultura, ancora spazio alla tradizione con la performance musicale “Taiko, espressione dell’anima”, a cura di Mugen Yahiro, percussionista di taiko, tipico tamburo giapponese.