BEST OF 2018/2019

Le radici artistiche di uno dei protagonisti del panorama internazionale cinematografico, Luca Guadagnino, sono proprio italiane e hanno portato alla realizzazione di uno dei film più attesi in ogni parte del mondo nell’ultimo anno, Suspiria, remake del celebre horror del maestro Dario Argento.

Agli Oscar del 2019 ha trionfato un altro remake riportato sul grande schermo dall’attore Bradley Cooper al suo esordio alla regia, A Star Is Born, che è valso una nomination a Lady Gaga come miglior attrice e l’Oscar alla miglior canzone originale. Green Book di Peter Farrelly, storia di un’amicizia senza confini, è il miglior film del 2018 per l’Academy, fra i favoriti insieme a Roma  di Alfonso Cuarón, personalissimo sguardo del regista sul quartiere che ha cullato la sua infanzia in Messico.  Nella nostra selezione anche Il corriere – The Mule, ultimo lavoro del veterano Clint Eastwood, The Wife – Vivere nell’ombra con protagonista la storica Glenn Close nei panni di una moglie ambiziosa e femminista e Old Man and The Gun, in cui Robert Redford, il rapinatore americano Forest Tucker, ritorna sui passi del suo vecchio personaggio Sundance Kid. Con un cast stellare come quello di Vice – L’uomo nell’ombra infine, si rende giustizia a una personalità poco conosciuta ma importantissima nella storia della politica americana come Dick Cheney, vicepresidente durante l’amministrazione di Bush interpretato da Christian Bale.

Ancora una volta il cinema internazionale è una lente di ingrandimento, tramite i volti più noti, su vicende e protagonisti che possono finalmente emergere.